Conferenza di sicurezza Ticino: coordinamento dei controlli

Conferenza di sicurezza Ticino: coordinamento dei controlli

Si è riunita ieri la Conferenza cantonale consultiva sulla sicurezza presieduta dal Direttore del Dipartimento delle istituzioni, che ha visto partecipare sette rappresentanti dei Comuni polo, il sostituto Procuratore pubblico Antonio Perugini in rappresentanza del Ministero pubblico, il Comandante della Polizia cantonale Matteo Cocchi, il Comandante della Polizia comunale di Lugano Roberto Torrente in rappresentanza di tutti i Comandanti delle Polizie dei Comuni polo e il Presidente dell’Associazione delle Polizie comunali ticinesi Dimitri Bossalini.

L’incontro è stata l’occasione per fare il punto sull’implementazione nelle otto Regioni di polizia della Legge sulla collaborazione tra la Polizia cantonale e le Polizie comunali. L’entrata in vigore delle convenzioni stipulate è prevista per il 1. settembre 2015. Ad oggi, il Consiglio di Stato ha ratificato le convenzioni di Gordola con Tenero-Contra, Lavertezzo e Gambarogno, Comuni dove sarà presente la Polizia intercomunale del Piano; la convenzione tra Capriasca e Ponte Capriasca ove interverrà la Polizia intercomunale di Capriasca; la convenzione tra Cugnasco Gerra e Locarno con  la propria Polizia comunale e le convenzioni tra la Polizia comunale di Giubiasco e quelle di Cadenazzo, S. Antonio, Gudo e Pianezzo.

La Conferenza si è quindi chinata sull’importante tema concernente l’uniformazione dei gradi e delle condizioni di stipendio (LCPol, art. 9, lett. d). I membri della Conferenza hanno approvato l’istituzione di un gruppo di lavoro tripartito (del quale dovrebbero far parte i rappresentanti del Cantone, dei Comuni e dei sindacati), che esaminerà la questione.

Nell’ottica di migliorare il coordinamento dei controlli radar, il gremio ha approvato la richiesta di assegnare alla Conferenza cantonale dei Comandanti il compito di approfondire il tema e di proporre soluzioni e strumenti per ottimizzare il coordinamento dei controlli. Questo permetterà di accrescere ulteriormente le sinergie tra la Polizia cantonale e le diverse Polizie comunali, che risultano sempre essenziali per garantire la sicurezza dei cittadini su tutto il territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.