Gobbi: “Le pretoriali verranno riconvertite”

Gobbi: “Le pretoriali verranno riconvertite”

Le celle delle pretoriali riapriranno ma il loro utilizzo cambierà. Diventeranno celle di polizia per fermi fino a 72 ore. Queste le precisazioni date oggi dal ministro Norma Gobbi. “Le Pretoriali sono un capito chiuso”. Parole del ministro Norman Gobbi. Il direttore del Dipartimento delle Istituzioni precisa così le voci di un’imminente riapertura delle celle chiuse nel 2006 dopo essere state per anni al centro delle polemiche.

“Non è un ritorno al passato” assicura il ministro. “Dal 2007 abbiamo aperto il carcere della Farera che serve da carcere giudiziario, quindi come carcere preventivo durante le fasi delle istruttorie e delle indagini. Sostituisce dunque quelle strutture che non erano più conformi agli standard minimi previsti dalle normative internazionali. Le strutture presso il palazzo di giustizia di Lugano e quelle presso il pretorio di Locarno invece serviranno” precisa Gobbi “quali nuove celle legate alle attività di polizia, ossia per quei fermi che durano al massimo 72 ore. Potranno servire anche all’attività giudiziaria, ossia per i vari processi che si tengono a palazzo di giustizia di Lugano e al pretorio di Locarno durante le fasi di appello, proprio per poter gestire quei detenuti attraverso il nuovo servizio istituito dalla Gendarmeria”.

Le celle in questione dunque saranno adibite per fermi per un massimo di 72 ore e avranno un altro indirizzo rispetto alle pretoriali finite sulla lista nera di organismi come Amnesty International.

“Uno dei problemi principali che era stato evidenziato” spiega Gobbi “era che durante la fase istruttoria la gente rimaneva per diversi mesi in questi spazi considerati piccoli, angusti e poco luminosi. Oggi questa fase viene fatta alla Farera, dove siamo conformi secondo tutti i dettami previsti dalle norme internazionali e anche del buon senso. Le celle pretoriali verranno utilizzate solo per dei fermi di breve durata in attesa di chiarimenti che possono portare a una scarcerazione oppure alla conferma dell’arresto che verrà poi scontato presso la Farera”.

Intanto a partire da gennaio alla Stampa apriranno 15 nuove celle ricavate dalla sezione femminile, rimasta per anni chiusa. Come anticipato dal Corriere del Ticino i lavori di ristrutturazione si stanno avviando alla fase conclusiva. Una buona notizia per una struttura spesso al limite della capienza.

http://www.ticinonews.ch/ticino/186089/gobbi-le-pretoriali-verranno-riconvertite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.