Il Cantone si fa “social”: la Polizia cantonale su Facebook

Il Cantone si fa “social”: la Polizia cantonale su Facebook

Dal primo dicembre 2014 otto servizi dell’Amministrazione cantonale sono coinvolti in un progetto sperimentale, approvato dal Consiglio di Stato, che prevede la gestione di profili ufficiali su due piattaforme sociali (facebook e twitter). Questa nuova offerta si aggiunge agli attuali strumenti per la comunicazione fra istituzioni e cittadinanza e mira a comunicare in maniera più diretta, veloce e trasparente con le cittadine e i cittadini, che avranno anche la possibilità di porre domande e dialogare con i servizi.

Le piattaforme sociali («social media») sono un vettore di comunicazione trasversale che si è ormai imposto – nella società contemporanea – come strumento che incoraggia il dialogo, la trasparenza e le relazioni interpersonali. L’utilizzo di questi strumenti ha raggiunto un’ampiezza tale da non poter più essere ignorata dalle istituzioni. Dato questo contesto, il Consiglio di Stato ha costituito un Gruppo di lavoro interdipartimentale, con l’obiettivo di valutare l’opportunità di un accesso ufficiale dell’Amministrazione cantonale ai «social media». Nel suo rapporto finale, il Gruppo ha proposto l’avvio di un periodo di sperimentazione della durata di un anno, individuando otto servizi dell’Amministrazione cantonale idonei e interessati:

http://www4.ti.ch/index.php?id=73333

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.