Il registro di commercio potrebbe trasferirsi in Riviera o in Leventina

Il registro di commercio potrebbe trasferirsi in Riviera o in Leventina

L’ufficio potrebbe presto lasciare l’attuale sede di via Bossi a Lugano. Norman Gobbi ha proposto questa soluzione per favorire i distretti e le valli periferiche così da poter offrire anche a queste regioni discoste posti di lavoro qualificati.

Il registro di commercio, l’ufficio che raccoglie in un’unica banca dati tutte le informazioni relative a società, ditte, soggetti giuridici che svolgono un’attività commerciale, potrebbe presto lasciare la sede di via Bossi a Lugano per trasferirsi in Riviera o in Leventina. Il Consiglio di Stato ha approvato una decina di giorni fa una risoluzione proposta dal direttore delle Istituzioni, Norman Gobbi, con la quale si dà mandato alla sezione della Logistica di individuare un’eventuale sede situata fra il nord della Riviera o il sud della Leventina. Il Comune potrebbe essere tra Biasca, Pollegio, Bodio e Giornico.

All’ufficio del registro di commercio operano oggi nove persone, compresa la nuova capoufficio Vanessa Rey che da soli quattro giorni ha sostituito Renzo Tamagni, in procinto d’andare in pensione. Già nel 2001 con una mozione e nel 2005 con una interrogazione, l’allora granconsigliere Gobbi chiedeva che si decentrassero alcuni uffici cantonali: quello del registro fondiario e – appunto – quello del registro di commercio. La richiesta fu liquidata dal Governo di allora, spiegando che una tale soluzione non avrebbe permesso di garantire un servizio all’utenza.

Il nuovo direttore delle istituzioni mette in atto la sua proposta nella convinzione che l’Esecutivo debba saper sfruttare al massimo il potenziale offerto da internet a società e cittadini.

Luigi Maffezzoli, www.rsi.ch

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.